POESIE

A MACCHINA

Poesie raccolte in ordine alfabetico

 

 

 

 

 

 

Titolo
Abita in te una vita potenziale
Ai piu' vicini
A Jonas
Alcor
Alibi, ipocrisia, quando un conflitto
Allegorie d'amore
Allegro agitato
Amore esige ampiezza d'orizzonti
Annunciazione
Arcangelo notturno
A un aspirante colonizzatore
A un chirurgo
A uno psichiatra in crisi
Avidita' di architetture, a sera
Balconi abbandonati
Canossa 1970
Carattere, abitudini, che siete?
Che cosa e' il ritmo?
Chi accetta di competere si vende
Chi perde me non restera' smarrito
Chiedendo aiuto
Circo
Citta' idolatre e liquidi paesi
Compagno, cambia ritmo: c'e' chi soffre
Compagno di domani
Concretezza tangibile
Concretizzati
Condivisione
Conflitto con l'arcangelo
Congedo
Crepuscolo fluviale
Dedica
Denominare il desiderio e' l'atto
Diamanti e sabbia
Di cio' di cui tacere non e' lecito
Disegni d'edifici nel crepuscolo
Distruggi il dogma e scegliti la vita
Dolce scende dai monti d'arenaria
Ebbi costellazioni devastate
Effimeri colori sull'asfalto
Epigrafe
Eve preumane Adami senza miti
E' vietato vietare
Falchi e pietre
Fanatismo
Febbraio in Casentino
Felicita' e' conquista di un linguaggio
Fondamentale e' l'arte di allearsi
Forse
Fui effimera ma non inefficace
Giovani non si nasce: si diventa
Giovani paesaggi
Glorioso rivo
Grano, ulivi, papaveri
Ho bisogno di aiuto e non so chiederlo
I fiumi
I gesti violetti della sera
Il capitale umano
Illimpidirmi vorrei
Il mare innamorato non puo' amare
Il messaggio
Il modo dei rapaci
Il mondo nuovo e' ancora adolescente
Il nome della rosa
Immanenza
Impossibile fuga
Incurante del luogo ove nascesti
Ingannevole festa
Insieme
Io sogno un mondo giovane
I ritmi delle tortore
Irripetibile frutto
Isola, fatti nave
Jazz funebre
Juke box
La balera
Labile fioritura di papaveri
La captazione umana del reale
La fede e' rispettata e condivisa
La luce non sia priva di calore


La luna e la tua spada
La materialita' del nostro agire
La mia morale
La nostra meta: concretezza magica
La poesia nasce dall'assenza
La potenza concreta del pensiero
La psichiatria morra'
L'arte per l'arte mettila da parte
La sete seppi sopportarla: scelsi
La traiettoria della specie umana
La verita' non e' spirituale
La verita' si cerchi con durezza
La vita cambia quando ci si incontra
La vita nella storia
Lettera d'amore
Lettera di Toscana
Levriero delle stelle
L'isola dei ricordi
Lottai perche' il potere avesse meno
Luci dei monti miei
Mai non mi stanchero' di contemplare
Manifesto ai bambini del mondo
Martirio in Appennino
Maschere e miti ottundono ma il sole
Materialismo, nobile parola
M'e' dolce non essere Marte
Metamorfosi
Mie sentinelle
Missa sine nomine
Mose'
Motrice della storia la materia
Nasciamo maggiorenni
Nč Enea né Edipo tu conosci e vivi
Noi fummo soltanto due nubi
Noi siamo nostri
Non c'e' altra scelta
Non ho speranza, dici, ma il coraggio
Non importa chi ami, importa come
Non infeudarti: serba gli occhi limpidi
Non miti ma alleanze
Non mi vale
Non oggi ulivi se domani ulivi
Non sappiamo
Notte senza difesa
Occulto nel reale c'e' il possibile
Paese con bambina
Palingenesi
Percezioni e alleanze in sinergismo
Perder zavorra e' conquistare vita
Per una prassi dell'inclusione
Poesia, sei la forza che fornisce
Quando la festa sarą vera festa
Quando sembra che il seme nel terreno
Questa terra e' la mia terra
Requiem per un iconoclasta
Rinasce l'unitą ma differente
Ritmo, tempo scandito da callose
Ritorno d'Arabia
Sara' la vita musica? Sara'
Sconfitto e vincitore
Sei insostituibile
Se la corrente si rallenta e l'acqua
Se la terra non da' ulivi
Se non per tutti noi ma per me sola
Senza ideali non potrai fiorire
Senza orizzonti vive senza vita
Se perdi la visione del possibile
Sereni ritmi
Se seduci sei vecchio; sei preistorico
Se tu trasformi in musica il rancore
Se vuoi trovarmi, cerca nel futuro
Sintesi
Soli non ci si salva
Solo per concentrare io cerco ritmi
Sometimes I feel like a motherless child
Sono la via la verita' la vita
Spazi terrestri
Temporale
Tentazione
Terra di conquista
Ti affidi a delle regole; le leggi
Ti brillano gli occhi sepolti
Ti chiedo di capirmi e di aiutarmi
Ti prestai gli occhi, compagno, ma tu..
To a friend in trouble
Trapasso
Trasformiamoci insieme
Tu dici: “e' stato detto, ma io vi dico”
Tu puoi mettere a nudo cio' che esiste
Tu scegliesti il grigio
Una: mille colombe
Un bel tacer non fu mai scritto
Un lontano colloquio lungo il fiume
Un motore Ferrari
Vascello fantasma
Veleggiavano flotte vittoriose
Verrą un maschio Morire
Viaggio di adolescente
Vigilia della festa
Visita al pittore
Voce solista e coro sia ciascuno
Vorreste avere piu' da me, vorreste